Andersonville e i cani: verità e propaganda

La Guerra Civile Americana (1861-5) causò fra le 620.000 e le 850.000 vittime, di cui circa 30.000  morti nelle prigioni unioniste, ossia nordiste, e altrettanti morti in quelle confederate e cioè sudiste. Fra queste ultime, forse la più terribile nonché famosa fu quella di Camp Sumter, meglio nota come Andersonville per via dell’omonima e vicina stazione ferroviaria della Georgia, e che sarebbe più corretto definire lager. Dei circa 45.000 prigionieri nordisti lì imprigionati, circa 13.000 morirono, soprattutto di scorbuto, diarrea e dissenteria, nonché di fame o assassinati. La prigione, aperta nel mese di febbraio 1864, in origine non era...

Read More