Categoria: N°3 – Febbraio 2017

L’editoriale

Siamo arrivati al numero di febbraio di K9 Uomini e Cani e anche questa volta riteniamo di avere inserito articoli abbastanza interessanti. Come previsto dalla nostra linea editoriale, gli articoli trattano temi poco o nulla trattati e quindi almeno curiosi, oppure approfondiscono argomenti basandosi su interviste agli addetti ai lavori e/o ricerche notevolmente complesse che comportano lo studio di testi storici, diari di viaggio, articoli giornalistici, pubblicazioni scientifiche e tanto altro. Al fine di trovare dati e notizie non divulgate a livello internazionale, ma che spesso sono le più interessanti, le ricerche vengono fatte in molte lingue a seconda...

Read More

news

Mario Rosillo è un veterinario dell’Università nazionale del Nordeste (Unne, Argentina) ed è l’unico specialista in tutta l’America Latina in odorología, riconosciuto a livello mondiale come uno dei più grandi esperti. Tiene dei corsi sulla materia due volte l’anno all’Università di Barcellona, presso le forze di polizia di Colombia, Messico, Panama, Perù, Brasile, Barcellona e Portogallo e ha collaborato con la FBI...

Read More

L’Odorologia Forense

di Aldo Violet* L’odorologia forense è una tecnica criminalistica che permette di raccogliere le impronte olfattive lasciate sulla scena del crimine, immagazzinarle e sottoporle a perizia con l’utilizzo di cani, al fine di stabilire la presenza di una determinata persona sul luogo del delitto. Questa comparazione fra l’odore personale lasciato dal criminale e quello prelevato dalla o dalle persone sospette, si basa sull’esistenza di un Odorotipo Umano, unico in ogni individuo, e sulla capacità del cane nel discriminare e differenziare l’impronta olfattiva di ciascuno, sulla base di un preciso ed efficace protocollo periziale. Questa comparazione di tracce olfattive è...

Read More

La Stasi e i cani

Stasi è l’abbreviazione di Ministerium für Staatssicherheit, ossia Ministero per la Sicurezza di Stato, la principale organizzazione di sicurezza e spionaggio dell’allora DDR (Deutsches Demokratische Republik), genericamente detta Germania Est. Fondato l’8 febbraio 1950, fu attivo fino al 1990. Nel 1989 si stimava disponesse di 91.000 addetti ai quali si aggiungevano 100.000-170.000 informatori. Solo gli scaffali che contenevano le schede di tutte le persone controllate arrivavano addirittura a 120 chilometri. Era onnipresente e fra l’altro controllava i comportamenti ritenuti politicamente scorretti di tutti i cittadini della Germania Est, tuttavia si sa poco delle sua attività, che erano coperte dal...

Read More

Il Cane da pastore dell’Asia Centrale. Pre-molosso di selezione naturale, ancora oggi esistente e immutato

di Luiza Dagmara Conti* Per scoprire le origini di questa razza è necessario tornare indietro al IX millennio a.C., quando in Iran fu addomesticata la capra e poco dopo la pecora. Le migrazioni di capre e pecore sono molto simili. In Turkmenistan settentrionale le pecore giunsero nel VI-V millennio, in Europa nel V (la pecora selvatica europea fu addomesticata nel IV millennio a.C.) e in Cina nel III millennio. Avanti Cristo, naturalmente. Prima degli ovini fu addomesticato il cane – il suo progenitore era un piccolo lupo – e questo in varie parti del mondo, come avvenne nel XII-XIII...

Read More

I cani aborigeni da caccia

Quando parliamo di cani da caccia pensiamo alle razze molto note come i Setter, Pointer e tante altre. Però ce ne sono tante altre non standardizzate e riconosciute ma che da migliaia di anni vengono allevate e utilizzate dall’uomo. In alcuni casi sono cani primitivi che affiancano…uomini per molti aspetti ancora primitivi. Anzi, alcune di queste tribù vivono senza alcun contatto con l’uomo moderno e in zone del pianeta ancora inesplorate. Parrà strano ma è così. I Saisiat sono un popolo indigeno di Taiwan vivente nella zona a cavallo delle regioni di Hsinchu (la tribù Wufong) e Miaoli (le...

Read More

L’American Humane Association

L’organizzazione a tutela della sicurezza e benessere degli animali, anche sul set. Il primo film a indicare nei titoli di coda la frase “No Animals Were Harmed”, in pratica “Nessun animale è stato maltrattato durante la produzione di questo film”, fu The Doberman Gang (1972) diretto da Byron Chudnow e seguito da The Daring Dobermans (1973) e The Amazing Dobermans (1976). Nel film un gruppo di malviventi addestra alcuni dobermann a fare una rapina in banca, e quelli la fanno veramente! Il film vale poco o niente e i migliori attori sono proprio i cani, tuttavia ebbe buon successo...

Read More

Kevin Costner e i cani (o simili…)

Il sessantunenne Kevin Michael Costner non è solo un bravo attore ma pure produttore, musicista e cantante. Non solo, come regista ha vinto due Oscar con il bellissimo Balla coi lupi (1990, Dance with wolves), film di enorme successo anche al botteghino visto che costò 22 milioni di dollari e ne incassò al mondo oltre 424. Costner è un grande amante degli animali e in particolare di cani. Ha diversi Labrador Retriever, che porta con sé spesso. Fra i vari “personaggi” di Balla coi lupi c’è Due Calzini, il lupo che socializza con il tenente John Dunbar, interpretato da...

Read More

Il circo e i cani

I cani da migliaia di anni vengono utilizzati anche per lo spettacolo. Nelle fiere, nei villaggi, ovunque si potesse chiedere un’elemosina o un’offerta, c’erano girovaghi accompagnati da animali addestrati, soprattutto cani perché erano facili da trovare, intelligenti e addestrabili. Stupivano e divertivano la gente, e tanto bastava. I girovaghi più “ricchi”, veri e propri circensi, portavano nelle piazze, ancora nel XIX secolo, anche scimmie, uccelli e addirittura orsi addestrati e pertanto venivano chiamati Orsanti. Molti provenivano dall’Appennino emiliano-ligure. Era povera gente, accompagnata da bambini loro affidati da famiglie poverissime e quindi ancora più sventurati. Capitava un po’ ovunque e...

Read More

L’addestramento per utilità e difesa del San Bernardo

di Stefano Nardi* Il San Bernardo è una razza da riscoprire nel lavoro. Ho avuto l’opportunità di poter inserire dei soggetti in una disciplina nata e applicata in altre razze: l’utilità e difesa. Questa sfrutta le doti fisiche e caratteriali dei cani e si divide in tre parti. La prima è detta Fase A o Pista, in cui il cane segue una traccia fatta da tante pestate, con la segnalazione di piccoli oggetti posti in punti ben precisi della traccia. Nella seconda, detta Fase B o Obbedienza, il cane esegue una serie di esercizi mentre nella terza detta Fase...

Read More

I due Barry: il dottor Jekyll e Mr. Hyde dei San Bernardo

Il San Bernardo è un cane molto affidabile, calmo, non aggressivo. Ha molte buone qualità e come cane da soccorso ha salvato molte migliaia di vite umane. Naturalmente, come ogni cosa, dipende da come si utilizza, nel bene o nel male. Vi racconteremo ora la storia di due cani San Bernardo, entrambi di nome Barry. Due storie molto diverse. Il primo Barry che tratteremo nacque nel 1800, proprio l’anno in cui Napoleone con i suoi 46.000 soldati valicò le Alpi sul Gran San Bernard. Chissà, forse era presente proprio in quelle giornate. Diversi soldati napoleonici descrissero con affetto questi...

Read More

La storia del cane di San Bernardo

Il San Bernardo un tempo era chiamato “mastino alpino” e aveva un’indole più coriacea, discendendo con ogni probabilità – come per esempio il Gran Bovaro Svizzero e quello del Bernese – dai molossi romani che vigilavano sulle legioni e i relativi avamposti (vedi il servizio Roma e i suoi molossi (clicca qui). Sappiamo che i romani probabilmente tra il 9 e il 13 d.C. crearono, più a nord, il campo legionario di Vindonissa – nei pressi dell’attuale Windisch, sempre in Svizzera – molto importante perché alla confluenza del Reuss e dell’Aar, a soli 15 km dal Reno. Ricordiamo che era...

Read More

Leggi l’ultimo numero

la foto del mese


Pastore e cane del Lesotho, Africa meridionale

Seguici su Facebook

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.