Tag: Il freddo e i cani

L’incredibile impresa di Nome

Quando il 15 dicembre 1924 visitò il bambino eschimese, di due anni d’età, il dr. Curtis Welch diagnosticò una semplice tonsillite. Una infiammazione, appunto, delle tonsille. Ma il bambino morì la mattina dopo. Nei giorni successivi ci fu un numero anormalmente elevato di casi di tonsillite e un altro bambino, precisamente il 28 dicembre, morì. A quel punto Welch – il solo medico del Maynard Columbus Hospital, che con quattro infermiere era l’unico presidio sanitario nella città e zona circostante di quella parte dell’Alaska setterntrionale – era già molto allarmato e avrebbe voluto fare l’autopsia al bambino, ma la...

Read More

Il Grande Nord

Chi scrive ha avuto solo due – assolutamente non piacevoli – esperienze con il freddo insopportabile, entrambe affrontate trent’anni fa. La prima fu andare, in agosto e col caldo, in motocicletta a Torino, sapendo di ripartire poco dopo. Purtroppo la cosa andò alla lunga e ripartii verso le 22. Ovviamente scoppiò un temporale violentissimo e che durò ore. Ormai fradicio, e senza tuta (ero in giacca e cravatta, assurdo), decisi che ormai tanto valeva non fermarmi fino a casa. Tre ore di viaggio in autostrada, di notte, a 100 km/h, con vento, nubifragio e contando la distanza chilometro per...

Read More

Leggi l’ultimo numero

la foto del mese


Che succede qui?

Seguici su Facebook

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.