Un cappello pieno di pioggia. Un’analisi impietosa dei fatti di Nome

Bella la vera storia dei musher e dei cani che, affrontando una terribile impresa, portano in una sperduta località dell’Alaska l’antitossima con cui viene debellata la difterite, salvando la popolazione. Ci furono eroi a due gambe e a quattro zampe. Ma alcuni protagonisti si dimostrarono molto inferiori a quanto si pensa. Andiamo per ordine. Curtis Welch. Unico medico del Maynard Columbus Hospital di Nome, che con ventuno posti letto e quattro infermiere (di cui una era sua moglie Lula, nata James, anestesista) rappresentava l’unico presidio sanitario nella città e zona circostante di quella parte dell’Alaska settentrionale. Il dr. Welch...

Read More