Le origini dell’Akita tra cultura e storia del paese del Sol Levante

di Simona Cupelloni * Fin dai tempi più remoti i cani giapponesi venivano impiegati come ausilio nella caccia, essendo perlopiù di corporatura medio-piccola, con strutture e leve capaci di agili scatti e veloci riprese sui terreni discontinui e montuosi dei boschi delle isole del Giappone. La forma ben si adattava all’ambiente e alla funzione per la quale venivano impiegati e l’indole temeraria conferiva loro il giusto piglio per affrontare selvaggina di grossa mole come ungulati e orsi. Prima metà del XIX secolo, cacciatore con cane. Nella regione di Tōhoku, a nord dell’isola di Honshū, vive ancora oggi una piccola...

Read More