Partiamo da Samuele Amos Bertagna, dell’Allevamento MelaMordo.

Conobbi un maschio di Pastore Olandese a pelo corto anni fa, durante una lezione di riabilitazione comportamentale e subito mi innamorai di questo cane fantastico e forte, dal carattere tosto e complicato ma con un intelligenza sopra le righe… come il loro manto. Sono Samuele e insieme alla mia compagna Romina possiedo e gestisco l’azienda agricola MelaMordo, situata nelle meravigliose valli della Valcuvia.

Samuele Amos Bertagna con due dei Pastori Olandesi dell’Allevamento MelaMordo.

Dopo aver incontrato il Pastore Olandese abbiamo iniziato a dedicarci con impegno all’allevamento della varietà a pelo corto, e da poco anche a quella a pelo ruvido. Siamo partiti dalla dettagliata e scrupolosa ricerca di fattrici nei vari allevamenti esteri, una ricerca basata sulla serietà ed esperienza degli allevamenti di provenienza dei nostri cani, su studi di pedigree degli antenati, linee genealogiche e sulle loro tare genetiche e comportamentali, selezionando così solo i migliori soggetti. Riteniamo sia importante sapere quali e quanti antenati si richiamano in una linea genealogica, quali malattie e attidudini portano questi antenati, ripetuti in alcuni casi più volte nel pedigree e quindi più marcati rispetto ad altri. Infatti, solo attraverso una profonda conoscenza delle migliori linee di sangue si possono attingere le risorse necessarie per poter allevare dei cani sani ed equilibrati a 360 gradi.

A oggi all’allevamento amatoriale MelaMordo vivono tre femmine di Pastore Olandese a pelo corto – tutte figlie di campioni molto ricercati e conosciuti in varie discipline sportive – e da poco si sono aggiunti un cucciolo maschio di Pastore Olandese a pelo corto colore silver/argento (molto raro) e la prima femmina di Pastore Olandese a pelo ruvido registrata in Italia. Ognuno di loro ha attitudini e motivazioni diverse ed è per questo che scegliamo singolarmente per ogni soggetto le attività sportive più adatte a loro e alle loro attitudini (dal disc dog, sheepdog, obbedience, expo di bellezza e prove caratteriali). Questo ci ricorda quante differenze caratteriali presentano cani della stessa razza e ciò dipende molto anche dalla loro genetica. Per questo motivo riteniamo fondamentale non solo tenere in considerazione lo standard di razza dal punto di vista morfologico e caratteriale ma anche e soprattutto la ricerca di soggetti geneticamente esenti da patologie più o meno invalidanti. Difatti tutte le nostre fattrici e i nostri stalloni (anche esterni) sono controllati sia sotto il profilo sanitario che psichico.

Oltre ai test genetici richiesti per il Pastore Olandese, i nostri riproduttori vengono lastrati per evitare l’insorgenza di malformazioni future sui nostri cuccioli: HD e ED (Displasie anche e gomiti), PL (lussazione ginocchia) e controlli accurati alla spina dorsale e vertebrale così da poter garantire uno sviluppo fisico e genetico equilibrato. I test genetici di primaria importanza, a cui sono sottoposti i nostri cani sono: DM (mielopatia degenerativa); condrodisplasia e distrofia muscolare (anche se oggi quasi sconosciuta nei pastori olandesi, riteniamo sia importante nella nostra selezione,vista la disciplina sportiva da noi praticata); SCDA1 e SCDA2 nonchè atassia cerebellare (questo test, fino a poco tempo fa, veniva eseguito solo in pochi laboratori perchè veniva proposto solo per i Pastori Belga in quanto non si conosceva ancora la mutazione che veniva trasportata nel Pastore Olandese). E siamo orgogliosi di affermare che, grazie alle nostre ricerche sulla genetica di questa razza, siamo riusciti a “convincere” un altro laboratorio genetico sull’importanza di questo test e ora anche loro lo propongono. Oltre a questo test, siamo riusciti a portare in Italia, tramite un’altro laboratorio genetico, il test del pelo Locus K per testare il Kbr (tigratura nel manto). Si puó testare anche per il pelo lungo (a volte si possono trovare Pastori Olandesi a pelo lungo anche nei pedigree a pelo corto e ciò veniva fatto per mitigare il carattere poiché quello a pelo lungo ha un carattere molto più stabile e tranquillo rispetto al corto e al ruvido).
Nel Pastore Olandese a pelo ruvido, oltre i test sopra elencati, ne vengono richiesti ulteriori perchè sono state riscontrate differenti patologie genetiche agli occhi come la MRD (definito Retinal Relief) ovvero la formazione di piccole pieghe nella retina, e sono stati riscontrati casi di PPM (presenza di vasi sanguigni fetali congeniti e resti di frammenti nell’iride) e in casi gravi puó colpire la vista. Tramite le gonioscopia si puó determinare il grado di goniodisplasia nell’occhio: su una scala di 0-3, il risultato ottimale è 0. Nel caso 3 possono causare glaucomi ma i risultati di ricerche condotti finora dimostrano che in questa razza. la malattia è controllabile. Ci sono stati anche casi di Pastori Olandesi a pelo ruvido con gravi infezioni alla coda e a volte si è dovuto ricorrere all’amputazione. Per quanto riguarda il profilo scheletrico il Pastore oOandese a pelo ruvido è risultato buono per i gomiti (ED) e pure per le anche (HD) risultano pochi soggetti HD C.

Crediamo anche che per ottenere cuccioli perfetti, sani e robusti, oltre alla selezione dei riproduttori sia molto importante allenare le nostre femmine con esercizi fisici giornalieri fino al momento dell’accoppiamento, sostenendo il loro tono muscolare e la loro forma fisica con idoneo movimento e un’alimentazione sana e bilanciata. Allevare in questo modo è sicuramente faticoso e dispendioso
ma il concetto è semplice e facilmente riscontrabile: una riproduttrice sana e robusta può procreare solo cuccioli sani e robusti, e crediamo che questo sia molto importante per la proporzione delle spese veterinarie che i futuri proprietari dovranno sostenere per l’intera vita del cane. Il Pastore Olandese è un cane molto impegnativo, che necessita di parecchio movimento e attività giornaliere, non deve mai annoiarsi. Bisogna essere dunque consapevoli dell’impegno e costanza che ci vuole per poter convivere con questa razza particolare e non adatta a tutti. A nostro avviso, selezionata nella maniera corretta puó risultare ottima per una “famiglia sportiva” e per questo riteniamo sia importante compito dell’allevatore lo studiare a fondo i caratteri dei cuccioli e conoscere per quanto necessario lo stile di vita dei futuri proprietari, affinché siano consoni.

Per concludere, crediamo sia importante rispettare le esigenze di tutti, garantendo ai futuri proprietari cuccioli privi di paure ambientali, educati socialmente a interazioni intraspecifiche e  interspecifiche, oltre a certificare l’assenza di malattie ereditarie più comuni per questa razza e difetti congeniti dei genitori. Crediamo che sapere “come e dove” viene allevato un cucciolo sia importante per puntare alla qualità e con orgoglio vorremmo mostrare il nostro impegno pensando di compiacere chi intende farci visita. Lavoriamo con fatica, onestà, trasparenza e dedizione per far ottenere ai nostri cani risultati importanti e fargli vivere un’ottima vita anche sotto il profilo di cure e alimentazione.

Amiamo questa razza soprattutto per la sua estrema versatilità. Cane capace di lavorare duramente accanto all’uomo in svariati contesti, dalla conduzione del gregge al disc dog, dalla obedience all’agility dog e altro, è un fidato guardiano delle nostre abitazioni e un fedele compagno. Molte sono le selezioni fatte sulle loro linee genetiche, soprattutto negli ultimi anni, che hanno portato molti allevatori a optare per scelte di sport come Ipo e Igp appunto per la versatilità e la potenza di questa razza, che viene usata sempre più in polizia e ricerca e soccorso a livelli molto alti e soddisfacenti. Nel nostro allevamento,gli esemplari presenti,svolgono vita da fattoria e sono in preparazione sheepdog. Con la nostra selezione cerchiamo di mantenere lo standard fisico e attitudinale dell’accompagnatore del gregge e guardiano di cortili e famiglie, com’era in passato.

Fase dell’addestramento per sheepdog.

Un’altra disciplina sportiva da noi praticata è il disc dog. Uno dei nostri esemplari ha già ottenuto risultati rilevanti in questo sport; dopo poco tempo di allenamento ci ha regalato il 3° posto in classifica T&C novice e il 4° in classifica Freestyle novice nel circuito Ufo Champion Italia. Altri sono già in preparazione per questa fantastica disciplina, compresi i nostri cuccioli. Siamo molto curiosi di vedere la crescita e l’evolversi caratteriale della nostra piccola di Pastore Olandese a pelo ruvido. Siamo sicuri che anche lei ci darà grandi soddisfazioni sia sportive che di vita, data la sua voglia di mettersi in gioco nonostante il suo caratterino “ruvido” come il suo pelo.

Gioco e attività fisica col disc dog, Allevamento MelaMordo.

Oltre a queste attività partecipiamo da un paio d’anni circa, a molte expo di bellezza nazionali e internazionale, sia italiane che estere e ad oggi nel nostro allevamento abbiamo già due  campionesse italiane di bellezza. Pensiamo infatti che le expo, per quanto ci sia gente che le condivida e non, siano importanti per una corretta selezione di razza soprattutto in Italia visto che ancora sono pochi e poco conosciuti gli esemplari presenti. I risultati delle nostre selezioni per la tutela e la selezione di questa fantastica razza si potranno vedere solo tra anni, ma noi di certo ci impegneremo molto.

 

Centro di Addestramento Cinofilo e Allevamento Pastore Olandese Malanoche

Nel mezzo della pianura veneta, in provincia di Treviso e precisamente a Fanzolo di Vedelago, sorge il centro Malanoche. Innamorati al primo sguardo di questa razza fantastica nel 2012, abbiamo coltivato il nostro percorso di conoscenza con studi, approfondimenti e passione, e nel 2017 sorge il nostro centro che si occupa, a livello allevatoriale esclusivamente di Pastori Olandesi. I nostri cani hanno linee di sangue provenienti da campioni di bellezza e lavoro di qualità indiscutibile. Il nostro focus è incentrato principalmente, per quanto riguarda la selezione, sul cane da lavoro, che allo stesso tempo non deve perdere i requisiti fondamentali riconosciuti dalla standard di razza FCI.

Bellezza, agilità, funzionalità, Addestramento Cinofilo e Allevamento Pastore Olandese Malanoche.

Le nostre cucciolate proprio per questo motivo sono mirate, con una valutazione attenta dei soggetti messi in riproduzione a seconda di carattere, morfologia e performance lavorative, proprio per riuscire ad avere soggetti che per noi incarnano il Pastore Olandese, cane dedito al lavoro con il proprietario a livello sportivo, performante, ma allo stesso tempo solido ed equilibrato.Prestiamo molta attenzione alla fase sensibile dei cuccioli, parte importantissima per noi, è il percorso che intraprendiamo con i cuccioli già dal terzo giorno di vita, chiamato Biosensor,  un training di sviluppo che in età precoce aiuta ad accentuare le doti naturali dei nostri cani. Di pari passo, di importanza fondamentale per noi è la salute dei nostri cani, tutti i nostri soggetti, sono controllati e testati. Per noi la riproduzione è esclusiva a soggetti assolutamente sani rispetto alle malattie più comuni come la displasia o la mielopatia degenerativa, ma anche sani per quanto riguarda attassia celebrale e spondilosi, senza tralasciare i test genetici che riguardano il brindle e la presenza di pelo lungo.

I nostri cani sono, per scelta allevatoriale, a pelo corto, la variante di pelo che ci ha fatto innamorare. Le attività che svolgono, e su cui indirizziamo i futuri proprietari proprio per il tipo di selezione che facciamo per linee di sangue, sono gli sport di Utilità e Difesa, Obedience, Detection. Ma sono cani versatili a 360 gradi, e tra i nostri appassionati troviamo anche interesse da parte delle forze armate. Il connubio della nostra selezione sfocia nella versatilità e duttilità dei soggetti, senza tralasciare ciò che richiede FCI come standard di razza.

Addestramento Cinofilo e Allevamento Pastore Olandese Malanoche.

Abbiamo soggetti titolati a livello lavorativo in Obedience 3, un podio tutto italiano realizzato al mondiale di razza WDSF 2018 in classe Beginner Obedience (primo, secondo e terzo) un quarto posto al mondiale in Obedience cl. 2, cani in preparazione per IGP (Utilità e Difesa) e soggetti con BH già conseguito. Poiché crediamo che la morfologia sia parte da non tralasciare assolutamente, abbiamo a livello di bellezza Campioni italiani, Campioni internazionali, Top Dog 2017, Campione del mondo di bellezza 2018, Vice campione del mondo 2018, Campione del mondo Juniores 2019 e Vice campione europeo 2019.

Obbedienza, Addestramento Cinofilo e Allevamento Pastore Olandese Malanoche.

 

ASD Rock the Dog

Così racconta Rossana Giada Giordano: maggio 2012, Germania. Il sole è allo zenit, picchia come un martello sul manto del cane, facendo risaltare le striature nere sul dorso possente. Il cane alza la testa, cerca gli occhi dell’uomo al suo fianco, uggiola, vaga con lo sguardo per il campo. Il bastone sferza l’aria, il figurante si muove, l’uomo parla, quasi sottovoce, e il cane balza in avanti. Ecco, questo è stato il momento in cui mi sono innamorata del Pastore Olandese.

Il cane sfreccia per il campo, le sue zampe aggrediscono il terreno facendo volare zolle erbose, la sua schiena tigrata si flette e si tende come l’arco di una balestra. Salta i bidoni davanti a sé, mentre è in aria il figurante si sposta, e il cane flette il collo e la coda per cambiare traiettoria. Forse tocca terra con una zampa, sfidando ogni legge della fisica il suo corpo si torce e spicca il volo di nuovo, questa volta radente al suolo, e come un proiettile di metallo temprato la sua testa si incunea nella gamba del figurante. L’uomo fischia, e il cane abbandona in un lampo la morsa, torna al suo fianco ancora più veloce di come lo ha lasciato.

L’ampio petto segna il ritmo del respiro, lo sguardo di fuoco cerca complicità con il conduttore.

Voglia di fare e di compiacere il padrone, ASD Rock the Dog.

Di nuovo maggio 2019, Italia. Questa volta piove, una pioggerella sottile e fredda che imperla il manto argenteo della giovane olandese. La cagna ha occhi di fosforo, saettano tra i confini del pascolo e le pecore, la spalla è appoggiata alla gamba della sua conduttrice. Hanke Karreman è una valkiria bruna, lo sguardo fiero e la voce calma, e si incammina verso il gregge con ampie e lente falcate. La sua cagna gira intorno a lei come una luna di Giove, non abbandona la sua orbita, ma i suoi muscoli e le sue narici fremono. Hanke si ferma vicino alla recinzione mobile, davanti al gregge compatto che bruca. La cagna inchioda. Due, quattro, sei secondi, poi, da ferma, simile ad una gazzella si libra in aria e supera il metro e dieci di rete. Hanke schiocca la lingua, e la cagna balza indietro, al suo fianco, si accuccia. La donna supera la recinzione, si avvicina al gregge, guarda la cagna e muove il lungo bastone. L’Olandese galoppa sui confini, leggera come una libellula, e passa ad un trotto allungato. Hanke non parla, si sposta in modo impercettibile, e la cagna cambia direzione, traccia confini invisibili là dove la rete non c’è.

Queste sono le due anime del Pastore Olandese che stiamo cercando.

ASD Rock the Dog.

Noi della Rock the Dog ASD ci occupiamo di cinofilia ormai da tempo, ma solo da tre anni ci siamo avvicinati al Pastore Olandese. Cercavamo una razza che ci riportasse indietro, alla necessità di quel famoso patto tra cane e uomo. È un cane con due cuori: uno batte per la conduzione, e l’altro per la difesa. Non si tratta di sport, oh no, il Pastore Olandese non considera nulla di ciò che sta facendo uno sport. Il Pastore Olandese lavora, cerca uno scopo. E, come direbbe il vecchio Edward Tolman, lo scopo è più forte del rinforzo. Il Pastore Olandese probabilmente lo sa, e lo dimostra ogni giorno in campo. È un cane poliedrico, che può affrontare molte discipline cinofile. Addestrarlo però è un privilegio che comporta grandi responsabilità. L’antica tradizione di lavoro che lo caratterizza fa sì che la selezione abbia mantenuto non solo una fisicità prestante, ma soprattutto caratteri solidi, e attitudini elevate.

ASD Rock the Dog.

Non lavora per il boccone o per la pallina, lavora perché percepisce l’importanza del compito che sta svolgendo, che si tratti di gestire un gregge, mordere una manica o acchiappare un disco. Anche questo rispecchia la dualità della sua anima: pulsione “calda”, che necessita di un conduttore appassionato, e ragionamento “freddo”, che non può essere ingannato da trucchetti da mestierante. Nel Pastore Olandese abbiamo scoperto un cane generoso, ma che richiede al conduttore una preparazione elevata: lavorare con questi cani vuol dire cercare la comprensione, non il condizionamento. E per arrivare alla comprensione tra il cane e l’uomo non bastano i diplomi…ci vuole il coraggio.