Siamo arrivati al numero di settembre-ottobre 2017 di K9 Uomini e Cani. Come saprete l’ultimo attacco di un orso a una persona in Trentino Alto Adige, con conseguente abbattimento dell’esemplare da parte delle autorità, ha suscitato un putiferio in cui si è visto di tutto e di peggio, in particolare da una parte di utenti animalisti di Facebook. Criticare va bene, augurare morte o menomazioni alle vittime di sicuro no. Abbiamo pertanto dedicato ben quattro lunghi servizi su diversi aspetti del tema.

Poi si passa a un articolo sul sempre maggiore – e sospetto – impiego di cani e renne da parte della Marina militare russa e ad un altro attinente la pelle e il pelo del cane. A seguire l’intervista a un pastore che con i suoi cani e il gregge opera in una zona ad alta densità di lupi, in una situazione immutata da migliaia di anni.

Naturalmente, anche in questo numero non poteva mancare la rubrica Spigolando, che questa volta fa le pulci (scusate, ma il termine va a pennello con il nostro ambito cinofilo) alla Cina, dove si è arrivati a dare il colore a dei poveri cani Chow Chow per farli apparire come panda giganti. Ovvio, purtroppo, che, causa la stupidità di non poche persone, vadano letteralmente a ruba.

Nel giornale c’è anche altro, e spero vi interessi. Buona lettura.

                                                                                                               Giovanni Todaro