Tag: razze

Il Bassotto perché è basso?

Il Bassotto è un cane anacolimorfo, ossia un animale domestico caratterizzato da tronco mesomorfo o brachimorfo lungo e sproporzionato con zampe assai corte. Tuttavia non è esatto indicare che tali caratteristiche esistono negli “animali domestici” perché fa pensare che negli animali selvatici ciò non esista. Invece diverse specie di mustelidi, per fare un esempio, hanno corpo lungo e zampe corte, basti pensare alla donnola o alla puzzola. Donnola. Certo, qualcuno potrebbe dire che il paragone non regga, visto che il Bassotto non è un mustelide ma un canide. Tuttavia esiste una specie di canide selvatico lungo e con zampe...

Read More

Il Bassotto, la storia: parte prima

Il cani anacolimorfi, dal corpo sproporzionatamente lungo e con zampe molto corte come nel caso del Bassotto, esistono da migliaia di anni – almeno 4.000 anni – e in base alle più antiche raffigurazioni dobbiamo dire che nacquero nell’antico Egitto. In effetti, quelli che si vedono in un bassorilievo del XX millennio a.C. sono indubbiamente bassotti, anche se con le orecchie ritte. Nel 2006 i ricercatori dell’American University del Cairo scoprirono nelle Catacombe di  Saqqara i resti mummificati di cani simili a bassotti all’interno di antiche urne funerarie egizie. La scoperta diede ulteriori conferme ai bassorilievi già conosciuti. Pare...

Read More

Il Bassotto, la storia: parte seconda

I Bassotti colpirono favorevolmente Friedrich Wilhelm Viktor brecht von Hohenzollern, ossia Guglielmo II di Prussia e Germania, ultimo imperatore tedesco e ultimo re di Prussia, meglio noto come Kaiser Wilhelm II e convinto sostenitore del militarismo e della tradizione monarchica prussiana. Si considerava sovrano assoluto per diritto divino. Il Kaiser divenne un appassionato proprietario di Bassotti, tanto da portare i suoi pestiferi Wadl e Hexl all’importante incontro del 12-14 giugno 1914 nella tenuta di Konopiště  (in Boemia Centrale, attuale Repubblica Ceca, sottoposta all’Austria dal 1526 al 1918), di proprietà dell’arciduca Francesco Ferdinando d’Asburgo-Este, re di Austro-Ungheria. Bisogna sapere che...

Read More

Il Bassotto nell’arte

Il famoso scrittore russo Anton Pavlovič Čechov (1860-1904) era di famiglia povera ma una volta divenuto abbiente acquistò, nel 1882, una grande proprietà a Melichovo, una villa con 230 ettari di terreno. Gli piacevano i cani e così il suo amico scrittore ed editore di San Pietroburgo, Nikolai Leikin, proprietario dei Bassotti  Dinka e Pip, gli diede due cuccioli. I nomi li scelse la sorella di Čechov (tutta la famiglia si era trasferita nella villa), Maria, che era medico e che si basò su due medicinali che portava sempre nella borsa per gli interventi: Brom (da bromuro) e Khina...

Read More

Tibet, Mastini Tibetani e irbis: la grande illusione

Prevediamo che questo servizio a qualcuno non piacerà affatto. Ma va bene lo stesso. Prendendola – come al solito – alla lontana. Molti sono appassionati del Tibet, considerato come il luogo idilliaco pervaso da una disciplina spirituale e psicologica superiore a quella occidentale. Un mondo di purificazione, interiorità e armonia con la Natura nonché con il proprio spirito e quello di qualsiasi cosa, in cui le ricchezze terrene non hanno alcun valore. In pratica: vuoi scoprire o ritrovare te stesso? Vai in Tibet. https://www.youtube.com/watch?v=x00OGUVQTmY Il Tibet però non fu sempre terra di pace e armonia, tanto che l’Impero Tibetano...

Read More

Nepal, cane più alto d’Europa: il “lupo alpinista” conquista nove 4.000

Andrea Scherini e Nepal. Martedì 4 settembre 2018 – ore 10:30: Nepal arriva in vetta a Punta Zumstein, 4.563 metri s.l.m., la quinta cima più alta di tutte le Alpi, conquistando il nuovo record europeo come quota più alta mai raggiunta da un cane; insieme a lui, a comporre una tanto insolita quanto fantastica cordata alpinistica a sei zampe, c’è il suo amico di una vita Andrea. Abbiamo voluto cominciare dal finale, ma ora torniamo all’inizio della storia e vi presentiamo i protagonisti… Nepal è un Cane Lupo Cecoslovacco maschio di 3 anni, Campione Italiano, Croato e Internazionale di...

Read More

Il Rhodesian Ridgeback e i cani africani autoctoni.

– servizio unico, in esclusiva mondiale – Prima di tutto ecco la fotografia di un leone a fianco del famoso esperto sudafricano Kevin Richardson. L’abbiamo inserita solo per fare capire ad alcuni quanto sia grande uno di questi magnifici felini, purtroppo diminuiti – a causa dell’uomo – dai 350.000 di vent’anni fa ai soli 25.000 di oggi in tutta l’Africa. Bene, dopo averlo guardato avrete ben capito che qualsiasi cane, da solo o in branco, vorrebbe starsene ben lontano da un siffatto predatore. Inclusi i Rhodesian Ridgeback.   Sul Rhodesian Ridgeback – originario della Rhodesia, oggi Zimbabwe, e riconosciuto...

Read More

Leggi l’ultimo numero

la foto del mese

Seguici su Facebook

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.