Tag: uomini e cani

Il cane sardo: l’antichità

Sardegna e Corsica furono unite fino a gran parte del Pleistocene – periodo compreso tra 2,58 milioni di anni fa e 11.700 anni fa – e collegate a quella che poi divenne l’Europa. Sulle due isole arrivò lo xenocyon, canide della taglia di un lupo, che però una volta confinato lì, a causa della successiva separazione dal continente, dovette adattarsi a prede insulari più piccole e pertanto la selezione naturale lo modificò nel cosiddetto dhole sardo (Cynotherium sardous), noto anche come volpe sarda e pesante una decina di kg e cioè circa la metà dell’attuale dhole asiatico (Cuon alpinus)....

Read More

I cani sardi: le guerre 2

L’esercito italiano usò i cani nella Guerra italo-turca (anche detta Guerra di Libia o Campagna di Libia), combattuta tra il 28 settembre 1911 e il 18 ottobre 1912 contro l’Impero ottomano per la conquista della Tripolitania e della Cirenaica. L’Italia era più potente e mise in campo un esercito moderno, tanto che vinse in breve la guerra. Ottobre 1911, lo sbarco dei marinai della Regia Marina. Tuttavia, le truppe dovettero fronteggiare anche i numerosissimi ribelli senussi – i quali ovviamente si definivano invece, del tutto legittimamente, patrioti – che attuavano agguati nella zona del Fezzan nonché un’attiva guerriglia. In...

Read More

Terrier? No, Terrarius

La terra dà i prodotti agricoli, l’agricoltura dà la civiltà, i terrier aiutano la civiltà. E per dirla in modo più diretto, i terrier aiutano a dare il pane. Almeno in passato era così. Sembrerà astruso, ma se partiamo dai primordi della storia lo si capirà. Decine di migliaia di anni fa l’uomo era cacciatore e raccoglitore di frutta, tuberi e così via e quindi era nomade in quanto, una volta esaurito il cibo esistente in una determinata zona, doveva spostarsi in altri territori per cercarne altro. Questo significava niente abitazioni permanenti e neppure mobilio, scorte alimentari sufficienti per...

Read More

L’Odorologia Forense

di Aldo Violet* L’odorologia forense è una tecnica criminalistica che permette di raccogliere le impronte olfattive lasciate sulla scena del crimine, immagazzinarle e sottoporle a perizia con l’utilizzo di cani, al fine di stabilire la presenza di una determinata persona sul luogo del delitto. Questa comparazione fra l’odore personale lasciato dal criminale e quello prelevato dalla o dalle persone sospette, si basa sull’esistenza di un Odorotipo Umano, unico in ogni individuo, e sulla capacità del cane nel discriminare e differenziare l’impronta olfattiva di ciascuno, sulla base di un preciso ed efficace protocollo periziale. Questa comparazione di tracce olfattive è...

Read More

La Stasi e i cani

Stasi è l’abbreviazione di Ministerium für Staatssicherheit, ossia Ministero per la Sicurezza di Stato, la principale organizzazione di sicurezza e spionaggio dell’allora DDR (Deutsches Demokratische Republik), genericamente detta Germania Est. Fondato l’8 febbraio 1950, fu attivo fino al 1990. Nel 1989 si stimava disponesse di 91.000 addetti ai quali si aggiungevano 100.000-170.000 informatori. Solo gli scaffali che contenevano le schede di tutte le persone controllate arrivavano addirittura a 120 chilometri. Era onnipresente e fra l’altro controllava i comportamenti ritenuti politicamente scorretti di tutti i cittadini della Germania Est, tuttavia si sa poco delle sua attività, che erano coperte dal...

Read More

Leggi l’ultimo numero

k9_copertinanumero23

Novembre Dicembre

 

la foto del mese

Seguici su Facebook

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.